The Impossible

Uscito a ottobre negli USA e a fine gennaio in Italia, The Impossible è l’ultimo film di J. A. Bayona tratto da una storia vera sullo Tsunami del 2004.

Maria (Naomi Watts) e Henry (Ewan McGregor) sono una coppia giovane e bella che decide di portare i tre figli in Thailandia per le vacanze natalizie. Ma l’abbattersi violento e inatteso dell’onda su tutta la costa interrompe la loro idilliaca vacanza e divide la famiglia. Da una parte Maria viene trascinata per chilometri dalla corrente che la ferisce gravemente in più punti ma che le permette di non separarsi dal figlio maggiore, Lucas (Tom Holland). Dall’altra, Henry si trova costretto a dividersi dai due figli più piccoli che vengono portati in salvo sulle montagne, per poter continuare a cercare gli altri due.

Nel complesso il ritmo è incalzante, la riproduzione del disastro ben fatta e Naomi Watts e Tom Holland meritano una menzione per la loro bravura (lei anche candidata all’Oscar per miglior attrice protagonista).

The_Impossible1

Il tema che ho trovato più forte è quello della scelta altruista. Specifichiamo, non è un film che esalti il sentimento filantropico (altrimenti si avrebbe avuta una visione più completa del disastro dello Tsunami e non solo quella dei turisti occidentali), ma necessariamente la catastrofe pone alle sue vittime il problema del pensare per gli altri.

Così Henry è costretto a scegliere tra i due figli piccoli, vivi e al sicuro e l’altra metà della famiglia, dispersa e in chissà quali condizioni. Lui stesso quando cerca un cellulare incontra prima chi glielo nega per paura di rimanere senza batteria e poi chi glielo offre ben due volte. Maria, sul letto d’ospedale, invita Lucas ad aiutare gli altri feriti e dispersi. Ma il contributo altruistico di Lucas viene poi di fatto punito, perché quando torna a cercare la madre lei non c’è più. Al contrario Daniel, il bambino biondo che Maria insiste per andare a cercare e salvare, nonostante le sue gravi condizioni e nonostante il figlio voglia impedirlo, diventa per lo stesso Lucas l’unico motivo di gioia e di speranza nel finale del film.

Non vi anticipo nulla, ma il finale è certamente quanto di più fedele al titolo si possa immaginare. E se anche fosse vero che nulla è impossibile (anche solo per il fatto che parliamo di una storia vera), sicuramente questo lieto fine ha qualcosa di altamente improbabile.

VOTO 6 e 1/2

  voto_6emezzo

logo twitter

TITOLO: The Impossible

REGIA: J.A. Bayona

ANNO: 2012

CAST: N. Watts, E. McGregor, T. Holland, G. Chaplin

THE IMPOSSIBLE

se volete rivederli:

Naomi Watts: Funny Games, 21 grammi, Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni

Ewan McGregor: Big fish, Sogni e delitti, Moulin Rouge

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...