La Guerra è Dichiarata

Film d’apertura della Semaine de la Critique a Cannes 2011 e proposto dalla Francia all’Oscar come miglior film straniero 2012, è il secondo lungometraggio della regista e attrice francese Valèrie Donzelli.

La storia è quella di una coppia che scopre che il proprio figlio di 18 mesi ha un cancro al cervello. Ma come si combatte un cancro nella testa di un bambino che non è abbastanza grande neanche per rendersene conto? Con l’amore. D’altronde quando mamma e papà si conoscono ad una festa, capiscono immediatamente che la loro sarà una storia d’amore difficile. Dopo essersi guardati da lontano si vengono in contro e lui dice «Romeo» e lei dice «Mi prendi in giro?», «No, perché?», «Perché io mi chiamo Juliette».

lged1

Juliette e Romeo hanno una casa da mettere a posto, un lavoro, un figlio appena nato, dei sogni e poi improvvisamente perdono tutto. Ma non perdono la testa e soprattutto non perdono la famiglia e gli amici, personaggi diversi, legati dall’amore sconfinato per il piccolo Adam. Capiscono subito che quella è una guerra e che una perfetta strategia è l’unico modo per vincerla. «Torneremo a Parigi». «D’ora in poi non te la prenderai con il personale medico, niente scenate». «Usufruiremo del servizio statale». «Non pensiamo di saperne più dei medici, basta internet». «Venderemo la casa e ci sposteremo nell’ala dell’ospedale riservata ai genitori». La giovane coppia affronta la tragedia con la forza e la precisione di chi sa esattamente come fare per dare il meglio, per non disperdere le energie. Quando Romeo chiede «perché proprio a noi?», Juliette gli risponde «perché noi ce la possiamo fare».

lged2

E lo sanno perché lo hanno già fatto. La storia narrata nel film è quella della regista Valèrie Donzelli e del compagno Jèrèmie Elkaim (UN FIGO CLAMOROSO!) che altro non sono che gli interpreti di Romeo e Juliette. Scelta sicuramente vincente visto che l’eccezionale e indistruttibile rapporto tra i due è il perno di tutta la storia. E il figlio novenne altri non è che il vero Adam, Gabriel Elkaim, che combatte contro il cancro da quando aveva pochi mesi.

lged3

E’ un film che ti commuove per la sua incredibile dolcezza e spontaneità. E’ una storia d’amore tragica, ma senza l’ingrediente della lontananza. Romeo e Juliette sono disperati, ma sono insieme. Portano la sigaretta alla bocca, la buttano via e scendono dal muretto con gli stessi identici movimenti. Hanno paura e allora sotto le coperte giocano a fare l’elenco di cosa temono di più (che dopo l’operazione il figlio diventi oltre che sordo, cieco, muto, anche omosessuale, negro e che voti Fronte Popolare). Si sfogano bevendo e ballando alle feste. Si commuovono davanti a una canzone suonata con la chitarra quando la festa è ormai finita.

lged4

La Guerra è Dichiarata è una bellissima storia d’amore e di complicità, come raramente se ne vedono al cinema. La fotografia è deliziosa, molto ben curata e gioca spesso con i toni del rosso e del blu. La storia è narrata in terza persona da una voce fuori campo, che ancora di più conferisce a tutta la vicenda il tono di una fiaba.

P.S. Jèrèmie Elkaim IO TI AMO

VOTO 8

voto_8

logo twitter

TITOLO: La Guerre est Declaree

REGIA: Valèrie Donzelli

ANNO: 2011

CAST: V. Donzelli, J. Elkaim, G. Elkaim, B. Sy

lged5

Annunci

4 pensieri su “La Guerra è Dichiarata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...