Come un Tuono

E’ uscito nelle sale italiane il 4 aprile Come Un Tuono, secondo film del regista Derek Cianfrance, dopo Blue Valentine (recentemente proiettato anche in Italia). Importante da sapere prima di entrare al cinema: dura 150 minuti. Ora, sono d’accordo con quanti di voi penseranno «beh, non vuol dire niente, anche i Fratelli Karamazov sono più di mille pagine e Atom Heart Mother dura 23 minuti» però no. Qui la lunghezza è solo altri punti in meno.

Luke Glanton (Ryan Gosling) è uno stuntman che fa spettacoli itineranti a cavallo della sua moto e che scopre improvvisamente di avere un figlio piccolo da una donna incontrata un anno prima (Eva Mendes). Decide di diventare un buon padre, abbandona gli spettacoli, si trova un posto dove vivere e un modo per fare tanti soldi in poco tempo. Ma questo lo mette nei guai. Da qui inizia la storia del poliziotto Avery Cross (Bradley Cooper) e della sua non del tutto pulita carriera da procuratore. Ultima parte del film: i figli sedicenni dei due (Dane DeHaal e Emory Cohen) si incontrano.

come un tuono

La prima domanda che viene da farsi è: che senso ha questo film adesso? E’ una storia fine a se stessa: un mix di cose già viste e previste. Lo sbandato che scopre di essere padre e decide di mettere la testa a posto ma non ci riesce. Il figlio che vuole ritrovare suo padre e poi vendicarlo. L’altro figlio trascurato dal padre troppo preso dalla carriera che se la prende con i più deboli. Sembra che il regista abbia preso un banalissimo film che inizia con un ragazzino che vuole scoprire l’identità del padre scomparso e lo abbia girato al contrario (in ordine cronologico), togliendo ogni effetto sorpresa.

come un tuono2

Interessante la storia dei poliziotti corrotti, peccato che non c’entri niente con il resto. Le tante tematiche che emergono nel film sono giustapposte senza incastrarsi. Si aprono e si chiudono una dopo l’altra, senza intrecciarsi.

Ryan Gosling davvero niente di ché, Bradley Cooper già meglio. Dane DeHaan assomiglia un bel po’ a Di Caprio, no? Molto intrigante Rose Byrne.

Cosa c’entra poi la frase “Se corri come un filmine ti schianti come un tuono”?  E cosa vuol dire?

come un tuono1

Un film che non mi è piaciuto e mi fa ancora più innervosire perché non riesco bene a spiegarne il motivo.

VOTO 4

voto_4

logo twitter

TITOLO: The place beyond the pines

REGIA: Derek Cianfrance

ANNO: 2012

CAST: R. Gosling, B. Cooper, E. Mendes

come un tuono3

se volete rivederli:

Ryan Gosling: Le pagine della nostra vita, The believer, Blue Valentine

Bradley Cooper: Il lato positivo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...