Nella Casa

Appena uscito nelle sale, Nella Casa, ultimo film di Francois Ozon, è una commedia frivolo-inquietante, leggero-angosciante, drammatico-soap-opera.

Inizia il nuovo anno scolastico e il prof. Germain è come sempre deluso dai prodotti letterari dei suoi studenti, che sembrano non riuscire a scrivere più di una frase di senso compiuto. Fa eccezione il silenzioso e timido (neanche così tanto) Claude. Lo studente comincia a prendere lezioni di scrittura creativa dall’insegnante che viene sempre più coinvolto dalle storie narrate dal ragazzo. Per scrivere però, Claude deve prendere spunto dalla realtà di una famiglia “normale” all’interno della quale si intrufolerà poco alla volta, fingendosi il migliore amico del figlio Rapha.

NC_3

L’idea è che la storia narrata dal ragazzo come esercizio di stile acquisti una potere tale sul lettore, il prof. Germain, da uscire dal recinto della finzione e andare a interferire con la realtà. Nei fatti però questo non avviene del tutto. Se anche è vero che la finzione si ripercuote sulla realtà fino ad avere anche gravi conseguenze, tuttavia lo spettatore riesce sempre a distinguere cosa è realmente accaduto da ciò che è solo immaginato e la fusione completa tra fatti e immaginazione non avviene mai completamente. Le scene immaginate da Claude hanno una musica e delle inquadrature da soap-opera americana che, oltre a segnarne lo stacco dal resto della narrazione, le rendono forse eccessivamente grottesche.

NC_5

Molto forzato è il riferimento a Woody Allen, di cui il regista sembra riproporre il personaggio più comico (Germain è esageratamente ispirato a Woody) e quello più inquietante (Claude). Il richiamo ai film newyorkesi più vecchi è dato, oltre che dalla recitazione dell’attore Fabrice Luchini, dall’inconfondibile scena della coda al cinema ripresa da Io e Annie; mentre quello ai film inglesi più recenti, dalla locandina di Match Point che compare appesa al muro alle spalle del professore e della moglie in quella stessa scena. Anche la trovata del professore che si inserisce nella narrazione del ragazzo per modificarla, ricorda il ruolo di Alec Baldwin in To Rome With Love (giusto per citare uno dei tanti esperimenti meta-cinematografici di Woody Allen).

NC_1

L’intero film affronta l’arte in modo problematico. Germain è un professore, un critico arguto e grande esperto di storia della letteratura, ma non ha talento per la scrittura. Claude al contrario non conosce nessuno dei romanzi né degli autori di cui gli parla il “maestro”, ma il suo talento gli permette comunque di manipolarlo. Jeanne, moglie del professore, è una donna in crisi che ha un mese a disposizione per dimostrare che la galleria d’arte in cui lavora può avere ancora una clientela. Ma lei stessa non crede nelle opere “rivoluzionarie” che l’arte contemporanea le propone. Ester, la madre di Rapha, ha appesi in casa dei dipinti di Klee, artista tedesco, di cui però non conosce nemmeno la traduzione del titolo.

NC_2

E forse è qui che si inseriscono i cinesi. Sì, i cinesi. In questa crisi artistica dei fondamenti, i cinesi rappresentano la svolta e il cambiamento, l’uscita dalla sterilità dell’arte occidentale. Di questa interpretazione non sono molto convinta neanche io, ma è difficile ignorare il fatto che in questo film i cinesi sono ovunque (senza mai comparire in nessuna scena). L’artista che viene scelto da Jeanne per esporre nella galleria è cinese. Il cliente di Rapha-padre è cinese e la famiglia Rapha stessa decide di trasferirsi in Cina alla fine del film. La cena servita a casa della famiglia borghese per eccellenza è ordinata al cinese.

NC_4

Nel complesso una commedia (sporcata da scene davvero inquietanti, come quella del finale) piacevole, forse un po’ allungata nella parte centrale. La coppia Fabrice Luchini-Kristin Scott Thomas ottimamente assortita. Non so se consiglio di andarlo a vedere al cinema, ma sicuramente una buona soluzione per una serata tranquilla e senza pretese.

VOTO: 6 e ½

voto_6emezzo

logo twitter

TITOLO: Dans la maison

REGIA: Francois Ozon

ANNO: 2012

CAST: Fabrice Luchini, Kirstin Scott Thomas, Ernst Umhauer

NC_6

Annunci

2 pensieri su “Nella Casa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...