Mercoledì a tema 24/04

Il tema di oggi è il decostruzionismo cronologico. Lo so, è un po’ cacofonico e me lo sono inventata io ora su due piedi, ma spero sempre che un giorno un emerito professore di tecniche del cinema e dello spettacolo citi un mio neologismo. Comunque avete capito di cosa parlo perché lo dice la parola. Decostruzionismo. Cronologico.

Memento: qui il decostruzionismo cronologico (per l’appunto) è portato alle estreme conseguenze. Tant’è che mi scuserete, ma io coltivo ancora alcuni dubbi sul presunto perfetto scioglimento dell’intreccio.

tema2

Kill Bill vol. 1 e 2: tra i miei preferiti in assoluto di Tarantino e nel mondo intero! Non c’è altro da dire, decronologismo costruttologico o no, se non l’avete ancora visto rimediate immediatamente e ancheseloavetegiàvistoinsommacapito?

Prima della Pioggia: un bel film visto di recente. Qui il decostruziologismo cronistico gioca con le tre parti in cui il film è diviso e contribuisce a trasmettere al lettore un senso di ciclicità del destino. VI FACCIO UN ESEMPIO BANALE: Versione in ordine cronologico – una donna sta lavorando ed è molto occupata, si ricorda improvvisamente di dover andare a prendere la figlia a una festa, prende la 57° avenue, ma fa un incidente e muore. Versione in decostruzionismo-prima-della-pioggiano: una donna fa un incidente sulla 57° avenue, la stessa donna sta lavorando ed è molto occupata quando improvvisamente si ricorda di dover andare a prendere la figlia a una festa e, salita in macchina, si appresta a imboccare la 57° avenue.

tema3

The Eternal Sunshine Of The Spotless Mind (se mi lasci ti cancello): si sa che quando salta la memoria anche il tempo perde il suo senso. Piaciuto, ma non così tanto come a chi è piaciuto.

tema4

Lost: che voi direte: non basta fare dei flashback ogni tanto per considerarsi decostruzioni cronologiche. Però non dimenticate che qui ci sono anche i flash-forward. Ecco. E comunque in omaggio a Lost vorrei parafrasare una frase del prof. Martinelli di Notte prima degli esami: “Non importa quanto è brutta l’ultima puntata, l’importante è quello che provi quando ancora ti aspetti un bel finale”.

tema5

 

logo twitter

Annunci

4 pensieri su “Mercoledì a tema 24/04

  1. credo che il punto sull’argomento lo dia Stephen Gaghan in “syriana” , dove il suo demulticostruzionismo cronorelativistico per un attimo mi ha fatto temere che certe parti del film si svolgessero nella sala accanto. comunque gran bel film da vedere soprattutto in risposta all’inconsistente oscariano “argo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...