NO – I Giorni dell’Arcobaleno

Vi avevo accennato di aver sfruttato la festa del Cinema per un altro ingresso scontato, oltre a quello per Miele, e che mi ha lasciata decisamente più soddisfatta. Ed ecco dunque al cinema l’ultimo film dell’appena trentasettenne Pablo Larrain, regista cileno che chiude con NO – I giorni dell’arcobaleno (candidato all’Oscar come miglior film straniero) la trilogia cilena iniziata con Tony Manero e Post Mortem (entrambi ambientati in Cile, il primo durante il regime di Pinochet e il secondo durante il suo golpe nel ’73).

Siamo nel Cile del 1988. Dopo quindici anni di regime, Pinochet decide, i seguito alle pressioni internazionali, di indire un referendum a cui tutti i cittadini sarebbero stati chiamati a pronunciarsi per il SI, vogliamo Pinochet alla guida del paese per altri otto anni o per il NO, vogliamo libere elezioni. A entrambe le campagne vengono concessi 15 minuti di pubblicità in tv al giorno. Renè Saavedra (Gael Garcia Bernal) è un giovane e geniale pubblicitario che ha studiato all’estero, ha un figlio piccolo e una moglie attiva dissidente della dittatura ed è proprio colui che viene incaricato di mettere insieme la campagna per il NO.

NO1

La storia della campagna pubblicitaria del NO diventa una storia di compromessi, di fini che giustificano i mezzi (mezzi non eccessivamente antietici e fini decisamente condivisibili). E’ il compromesso tra chi vuole adesioni consapevoli alla causa del NO e chi vuole prima di tutto il NO. Renè non è estraneo alla storia del suo paese, non è indifferente a quello che sta succedendo e a quello che il Cile rischia riconfermando Pinochet, ma è prima di tutto un pubblicitario e il NO sulla scheda del referendum non è per lui tanto diverso da una bottiglia di coca cola. Proprio il suo sguardo cinico da pubblicitario professionista sarà l’ingrediente in grado di aiutare gli oppositori al regime, così tanto segnati e così tanto coinvolti da non riuscire a sacrificare la propria integrità. Ma è soprattutto il compromesso di chi, come ci ricorda la (ex?)moglie di Renè (Antonia Zegers, già vista in Post Mortem), sceglie di combattere alle condizioni sfavorevoli poste dall’avversario, rischiando così di legittimarne un’eventuale vittoria. Ed è il piccolo compromesso del capo di Renè (Alfredo Castro, già in Post Mortem e Tony Manero), che lavora alla campagna per il SI, ma non può permettersi di licenziare il suo miglior creativo.

NO3

Di fronte a una campagna basata sull’allegria, i pic nic nel prato e i colori dell’arcobaleno, i politici dell’opposizione si mostrano inizialmente indignati, offesi e frustrati. Ma poco alla volta cedono all’idea che il loro obiettivo non possa essere quello di educare i cittadini. Il film è un piccolo esempio del potere delle immagini. Lo spettatore stesso è divertito e incredulo nella prima parte del film e non riesce a immaginare come le riprese di un uomo alto che arriva dalla strada possano persuadere il cileno comune a compiere un gesto forte e di valore storico come quello di opporsi a un regime (che tutto sommato aveva portato ricchezza e benessere a molti). Ma alla fine incredibilmente lo capiamo (preparatevi, la canzoncina “Chile, l’alegria ya viene” vi rimarrà intesta per una settimana buona) e l’effetto che il bombardamento di immagini subite in un’ora e mezza di film fa su di noi è l’ennesima conferma della potenza della pubblicità. E di chi la sa maneggiare.

CURIOSITA’: tutte le riprese sono state fatte con una videocamera del 1988 per cancellare lo stacco tra riprese moderne e video dell’epoca.

VOTO: 7 ½

voto_7emezzo

logo twitter

Titolo: No

Regia: Pablo Lorrain

Anno: 2012

Cast: G. G. Bernal, A. Zegers, A. Castro 

NO_quaderno

Annunci

Un pensiero su “NO – I Giorni dell’Arcobaleno

  1. Pingback: Pizzaecimena su Facebook | pizza e cimena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...