Il quadrato magico degli Oscar – perché Di Caprio non vince mai

Continuiamo a parlare di Oscar, ma questa volta lo facciamo in modo scientifico. Chi avrebbe mai detto che quel laboratorio online di analisi semiotica dei quotidiani all’università un giorno mi sarebbe servito per uno scopo così nobile? Eppure eccolo qui il quadrato magico degli Oscar che finalmente ci permetterà di rispondere alla domanda che ci assilla da ieri notte: perché Di Caprio non vince gli Oscar? Andiamo a vedere. (Il quadrato è in inglese così posso diventare famosa anche all’estero).

quatrato magico oscar

Come potete vedere il quadrato magico degli Oscar è formato come tutti i quadrati magici da una ascissa e un’ordinata. L’ascissa la chiameremo asse dei personaggi e l’ordinata asse degli attori. Quest’ultima tende da una parte verso gli sfigati (loser) e dall’altra verso i fighi veri (cool). Se al momento non vi viene in mente un criterio scientifico per la collocazione degli attori di Hollywood su questa linea, una ricerca di esperti a un link che non mi ricordo più vi può aiutare con alcuni esempi. Non so, Jennifer Lawrence è cool, Emma Watson è loser. Poi voglio dire, lo so che è difficile perché a me Sally Hawkins piace un sacco però ho dovuto metterla tra i loser. Insomma forse per avere una certezza matematica della posizione è meglio se lasciate fare a me.

L’asse dei personaggi invece tende da una parte agli emarginati (freaks) di tutti i tipi: handicappati, neri, schiavi, comunisti, gay, schizofrenici, vecchietti affetti da demenza senile, etc. Insomma è chiaro che Jared Leto con il personaggio di Rayon (transessuale, drogato e malato di AIDS) ha fatto il botto. Dall’altra tende invece verso la gente normale tipo non so truffatori e schiavisti. Poi per esempio a metà tra le due cose ho pensato di mettere isterici e divorziati.

Le conclusioni che mi sento di trarre sono in definitiva tre.

1) Dal quadrato magico risulta chiaramente che per vincere un Oscar devi essere cool ma interpretare personaggi disagio

2) Leonardo di Caprio non vincerà un Oscar finchè continuerà a interpretare gente banale come broker criminali, negrieri sadici, bilionari annoiati etc.

3) Maryl Streep avrebbe dovuto prevalere su Cate Blanchett perché lei, oltre a essere drogata di psicofarmaci, aveva anche il cancro alla bocca

.

Annunci

5 pensieri su “Il quadrato magico degli Oscar – perché Di Caprio non vince mai

  1. Secondo me studi di questo tipo lasciano, come si dice, il tempo che trovano. DiCaprio non vince semplicemente perchè ogni anno alcune interpretazioni lo hanno superato, e, onestamente, la vittoria di McCounaghey è meritata.

    • Ciao Thecinemacompany!
      Com’è facilmente intuibile dal tenore del mio articolo, il quadrato magico che ho realizzato non è il risultato di nessuno studio, solo una trovata divertente che calza a pennello con gli Oscar di quest’anno.
      Comunque mi trovo in disaccordo con te: Matthew McConaughey è stato bravo, ma Leonardo di Caprio di più. 😀

      • Forse mi sono espresso male! Che non fosse uno studio vero e proprio era chiaro (anche se Harvard ha calcolato i vincitori, non so dirti con quale risultato)! Comunque non riesco a capire l’amore per un attore che bravo è, ma di certo non il migliore sulla piazza!

      • Proprio ieri discutevo con i miei colleghi su questo e mi sono trovata a dire “in questo momento è il migliore sulla piazza”. Molti erano in totale disaccordo sostenendo che invece “recita sempre la stessa parte”. Che dire, è questione di gusti… e poi secondo me il bel visino da classico attorucolo di Hollywood non aiuta.

      • È proprio quello che volevo dire: ovviamente i volti più tormentati dei vari Fassbender e Bale vengono più apprezzati. Non dico che reciti sempre la stessa parte (Django ne è la prova), però non raggiunge, pur nella sua bravura, la perfezione di alcuni suoi colleghi. Il Grande Gatsby era un ruolo difificile? Indubbiamente. Era così difficile che, prendendo due piccioni con una fava, Leo ha pensato bene di copiarlo ne Il lupo di WS!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...